Retrorecensioni: Altered Beast

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Come tutti ben sanno, l’unica vera antagonista del dominio Nintendo degli anni ‘80 e ‘90 fu la Sega. Molto merito va al Mega Drive, console a 16-bit che, anticipando l’uscita del Super NES, riuscì a conquistarsi una buona fetta di mercato soprattutto in Europa. E tra i titoli di lancio del successore del Master System non si può non ricordare Altered Beast, picchiaduro a scorrimento convertito direttamente dalla versione Arcade. Non solo il Mega Drive ospitò questo piccolo gioiello Sega: tra le altre, spiccano le versioni per NES, TurboGrafx-16 ed Amiga 500.



altered-beast

TITOLO ORIGINALE: Juuouki (JAP)
GENERE: Picchiaduro a scorrimento
ANNO: 1988
CASA DI SVILUPPO: Sega
PUBBLICATO DA: Sega
PIATTAFORMA: Arcade, Amstrad CPC, Amiga 500, ZX Spectrum, PC, Mega Drive, Master System, MSX, NES, Atari ST, TurboGrafx-16, Commodore 64, Dreamcast, Playstation 2, PSP, Virtual Console, Xbox Live Arcade
SUPPORTO: Cartuccia, Floppy Disk, Cassetta, CD-ROM
IL SUO SEGUITO E’: nessuno

gfs_51618_2_1

Altered Beast è ambientato in una Grecia mitologica, governata dagli abitanti dell’Olimpo. Proprio il padrone di casa, Zeus, dà inizio alla trama risvegliando il protagonista dal sonno eterno. Lo scopo? Salvare sua figlia Atena, rapita dal malvagio dio Neff. Uno svolgimento lineare caratterizza l’intera opera che però alla fine riserva una simpatica quanto inaspettata sorpresa. Vale quindi la pena terminarlo almeno una volta.

“La grafica tocca picchi troppo alti per la concorrenza dell’epoca: animazioni, colori, i dettagli degli ambienti ed i disegni dei soggetti in movimento. Non si fa fatica ad affermare che Altered Beast fu uno dei videogiochi con la miglior grafica di quel periodo”

large
E’ il gameplay a regalare ad Altered Beast quel tocco di qualità in più. L’utente ha a disposizione ben tre tasti (calcio, pugno e salto), i quali rispondono sempre in maniera veloce e precisa; una vera impresa per l’epoca. L’azione di gioco è dinamica e sempre incalzante: il motivo principale è il fatto che la schermata di Altered Beast avanza incessante e non segue il movimento del giocatore (come Ghosts ‘n Goblins, ad esempio). Il protagonista deve uccidere svariati nemici per proseguire, alcuni dei quali liberano una sfera volante che consente all’eroe di trasformarsi: le prime due lo rendono più muscoloso, strappandogli i vestiti alla Ken Il Guerriero, mentre la terza gli permette di eseguire la trasformazione completa. Interessante è il fatto che ogni stage porta con sè la sua trasformazione con nuove mosse annesse. Curiosità: tra i mostri nemici appaiono i Bizzarian, una sorta di rana volante presente anche in Golden Axe.

altered-beast-05

L’avventura passa attraverso cinque stage, tutti ambientati in luoghi fantasy. Forse un po’ pochi per un prodotto simile, ma è necessario tener conto di come Altered Beast sia nato in qualità di Arcade e non come videogioco casalingo. Nonostante ciò, questo retrogame si fa rigiocare volentieri, grazie anche alla presenza di una modalità cooperativa per due giocatori.

Altered_Beast_(Gen)_23

La grafica tocca picchi troppo alti per la concorrenza dell’epoca: animazioni, colori, i dettagli degli ambienti ed i disegni dei soggetti in movimento. Non si fa fatica ad affermare che Altered Beast fu uno dei videogiochi con la miglior grafica di quel periodo. Il sonoro non presenta particolari doti, se non la voce iniziale di Zeus che esclama: “Rise from your grave!”. Indimenticabile.

11213330696_f8c3337ae2

Alla resa dei conti, non resta che complimentarsi con la Sega: Altered Beast è un retrogame ricordato da gran parte dei videogiocatori planetari ed il merito è solo di quelle geniali menti giapponesi. Per chi non ha potuto goderselo negli anni che furono, Altered Beast è scaricabile sia da Virtual Console di Wii che da Xbox Live Arcade: due porting perfetti che seguono i precedenti su Dreamcast (Sega Smash Pack vol. 1) e su Playstation 2 (Mega Drive Collection). E come dimenticare la versione per Gig Tiger? Celebrazioni meritate: omaggi ad un Signor Retrogame.

Fonte: http://www.retrogame.biz

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner