Top Ten: i piatti che non vorresti trovare a cena.

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Quante volte capita di tornare a casa dopo una giornata di lavoro, sedersi a tavola per cena con sguardo famelico (roba che ci mangeremmo pure un bue, con buona pace dei vegan) e trovarci davanti una pietanza che ci disgusta?



.

ultima-cena-drag1

.

Va bene che in certe occasioni c’è da essere grati anche solo per avere chi ci prepara questo piatto (e non doversi tristemente cucinare da soli) ma ognuno di noi ha un piatto capace di metterci tristezza al solo pensiero. Per questo motivo, noi di Odd abbiamo stilato una classifica con i dieci piatti che non vorresti mai trovare a cena dopo una giornata di lavoro:

 

1 – Pasta con legumi (fagioli/piselli/lenticchie): Per quanto i legumi siano sani e facciano bene, non c’è niente di più infelice di un bel piattone di pasta e fagioli/lenticchie/piselli, che non scendono giù in nessuna maniera controvoglia. Per non parlare del fatto che andare a letto appesantiti dai fagioli non è il massimo, soprattutto se si dorme in compagnia.

.

Agrodolce

.

2 – I Cavolfiori: Che siano fatti all’insalata, con la pasta o in salmì, i cavolfiori lasciano sempre a desiderare. Senza contare lo spiacevole odore che emanano quando vengono cucinati, capace di appestare tutta l’area circostante, fino all’iperuranio e oltre.

.

insalata-di-cavoli-725x545

.

3 – Pasta e Zucca: La zucca: o si ama o si odia. Sicuramente, se ci si condisce la pasta, detestarla diventa molto facile.

.

pasta-e-cocozza

.

4 – Fegato con la cipolla: Già il fegato (e le interiora tutte) mettono di cattivo umore (e fanno anche un po’ senso) ma se poi viene preparato con la cipolla, la situazione precipita nel baratro dell’alito pestilenziale e della digestione che dura un’eternità.

.

medaglioni-di-fegato-di-vitello-con-cipolle-e-mele-116982

.

5 – I Bastoncini (findus e non): Quando vediamo la pubblicità in tv dei bastoncini, questi ci sembrano assolutamente deliziosi e appetibili. Ma la verità è che questi filetti di pesce impanati sono dei rettangolini piatti ed anemici, una vera tristezza, soprattutto quando te ne ritrovi quattro nel piatto, magari cotti pure al forno.

.

bastoncini-pesce

.

6 – Il brodino: Dici brodino, dici tristezza. Accettabile solo se si è malati.

.

Bouillon, broth, clear soup

.

7 – Petto di pollo in bianco: Tipico piatto capace di rievocare solo diete e gastriti tremende (ed è accettabile appunto soltanto in uno di questi due casi).

.

petto-di-pollo-agli-asparagi_b[1]

 

8 – La soglioletta: Versione ittica del petto di pollo. Anche questa porta alla memoria solo febbri e malattie varie ed è infatti solo in questi tristi periodi che si riesce a ingurgitare, comunque sempre con gran fatica.

.

sogliola

.

9 – Verza: Accompagnata da un terribile odore (un po’ come il cavolo) quando viene cucinata e spesso da una consistenza molliccia, trovarsela davanti dopo una stressante giornata lavorativa può causare facilmente scene di isteria collettiva.

.

risi-e-verza-006

.

10 – Minestrone: La tristezza fatta pietanza. Non c’è bisogno di aggiungere altro.

.

Minestra-640x480

 

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner