Le dieci peggiori frasi per lasciare qualcuno

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

 



E’ capitato a tutti, anche a chi non lo ammetterebbe neppure sotto tortura. Almeno una volta nella vita, siamo stati lasciati con una frase e/o motivazione assolutamente assurda o sconclusionata.

simple-but-important-tips-on-how-to-overcome-your-fear-of-rejection-735x400

A nulla sono valse lacrime, richieste di spiegazioni, sms, email disperate, messaggi trasportati da piccioni viaggiatori, canzoni degli Smiths, varie ed eventuali. Ci hanno chiuso la porta in faccia ed amen. Noi di Odd abbiamo deciso di raccogliere quindi le dieci peggiori frasi utilizzate per lasciare qualcuno, nel tentativo di sdrammatizzare e soprattutto, di strappare un sorriso a chi legge, ricordando a chi ora sta soffrendo per amore il celebre detto secondo cui “non può piovere per sempre”.

1 – Non sei tu, sono io. Un grande classico. Quando tutto manca, l’importante è accollarsi ipoteticamente la colpa della fine del rapporto, credendo così di non far soffrire l’altra persona, cosa che accade solo nei loro sogni più reconditi.

2 – Ho bisogno di una pausa di riflessione. Altro classico. Nessuno però ha mai capito su che cosa si dovesse riflettere davvero quando ci si prende una pausa di riflessione.

3 – Non siamo compatibili. La frase a effetto. Frase preferita di chi ama infarcire i propri discorsi con paroloni per impressionare le persone, che in questo modo spera di stupire con effetti speciali anche il partner il quale, dopo un breve periodo di smarrimento, probabilmente si renderà conto che si tratta solo di una castroneria.

4 – Non ti merito. Chi vi dice questa frase, probabilmente ha perfettamente ragione. Meglio perderlo che trovarlo.

5 – Penso ancora al/alla mio ex. La frase jolly. Usata spesso da chi non sa che dire, “penso ancora al mio ex”, senza ovviamente specificare chi o quale, è di solito considerata la frase che ti leva da ogni impiccio. In realtà risulta  poco credibile che, magari dopo diversi anni di relazione, una persona pensi ancora al proprio ex, che magari non ha più neppure tra gli amici di Facebook.

6 – Sono gay. Classica scemenza che si dice quando si è alla frutta (anzi, al caffè e limoncello) e non si sa assolutamente che dire per scaricare qualcuno. La cosa triste è che spesso chi la dice è anche omofobo, oltre che scemo.

7 – Sto pensando di prendere i voti. Vedi sopra.

8 – Devo lasciarti perché sogno di diventare “Archeologia”. La regina delle frasi nonsense. Da una storia realmente accaduta.

9 – Se ti lascio, lo faccio per te. Rifletteteci. Probabilmente anche chi ha il coraggio di dire una cosa del genere ha ragione. In effetti, che te ne fai di uno che ti dice questo?

10 – Devo ritrovare me stesso. Fa un po’ il paio con la storia dell’archeologia, con la differenza che probabilmente la vera essenza di chi dice una cosa del genere sta nel fondo di una bottiglia di vodka.

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner