Fare i pompini fa bene alla salute

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

I “pompini”, anche detti: fellatio, pompa, soffocotto, soffocone, sboccaciuccio e sostanzialmente qualsiasi altro termine voi possiate coniare che abbia affinità coll’azione sarà universalmente compreso all’istante.

E’ un’antica moneta di scambio, nonché una pregiata tecnica di mungitura dell’animale uomo utilizzata dalle donne e dagli uomini gay per bere alla fonte l’elisir della giovinezza. Essa consiste nel… No, seriamente, servono spiegazioni?



Si presuppone che l’inizio e l’invenzione di tale pratica sia da ascrivere all’estinto ominide Homo Erectus, il primo uomo ad acquisire la postura eretta del corpo e del pene.

carota

Una presenza costante nella storia umana

Essendo afflitto da persistenti e fastidiose erezioni, l’unica cura pare fosse infatti quella di farsi sboccaciucciare dalla propria compagna che, essendo anche lei bipede, era più difficile da cogliere di sorpresa a 90 gradi per sfogarsi.

Da allora il pompino è stato una costante nella nostra evoluzione, ne ritroviamo prove nei disegni rupestri dei Neandertal e degli omini sapiens, nei geroglifici egizi, nei mosaici romani, nei vasi greci, nei quadri medievali e rinascimentali e nel tablet di Matteo Renzi mentre siede in consiglio dei ministri.

Non c’è bisogno di ulteriori motivi per praticare sesso orale, ma pare che questi fiocchino da soli. Sembra infatti che la fellatio non presenti dei benefici solo a chi lo riceve ma anche a chi lo fa.

donne-soddisfatte

Benefici sia per chi la riceve sia per chi la pratica

L’università dello stato di New York ha infatti svolto una ricerca, comparando la vita sessuale di 293 donne alla loro salute mentale. Il risultato ha rivelato che lo sperma contiene delle sostanze chimiche in grado di incidere positivamente sull’umore, aumentando il benessere, la gioia e riducendo l’insonnia.

Sembra inoltre che lo sperma contenga tre anti-depressivi, altro che paroxetina. La ricerca ha inoltre rilevato che le donne che fanno sesso senza protezione sono meno depresse e ottengono risultati migliori nei test cognitivi.

Sembra addirittura che le donne che hanno un’attività sessuale molto attiva ma usando protezione siano depresse quanto quelle in astinenza sessuale da molto tempo. Insomma, la solita discrasia tra felicità e sicurezza teorizzata da Freud.

Lo sperma contiene anche tireotropina (un altro anti-depressivo), melatonina (per sonni tranquilli) e serotonina (sappiamo tutti che è cosa buona e giusta). Quindi non rimane altro che dedicarsi a queste attività senza dimenticarsi le regole di educazione necessarie anche in questo campo.

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner