Racconti: Tinder time, il calciatore famoso.

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Riassumendo, la mia vita da quando vivo a Budapest, è stata una giostra di emozioni.



2dce0367b6b6e3d4b200b4d654b6a17d3f78bf42_mFonte:http://www.thegirlofterezkorut.com/

Mi sono lasciata con il mio ragazzo italiano, ho iniziato una splendida vita circondata da persone meravigliose e allegre, mi sono innamorata di un ragazzo inglese che non mi vuole, ho fatto di tutto per dimenticarlo, compreso il classico chiodo scaccia chiodo con Gerome, che però non ha funzionato.

Ho la mia lista davanti agli occhi.

“Iscrivermi a un social network per trovare nuovi amici”. In realtà avevo già scaricato questa applicazione, ma non l’avevo mai presa seriamente.

Tinder è un’applicazione banale, divertente e immediata. Ti iscrivi, cerchi maschi o donne che sono a “tot” km di distanza rispetto a te, scegli il range di età e poi ti metti a sfogliare le foto. Se ti piace qualcuno metti il cuore e aspetti che quello a cui hai detto si ricambi con un altro cuore, così potrete parlarvi, se invece non ti piace metti la X e non saprai mai se il soggetto in questione ti ha ricambiata. Mi divertivo da matti a usare l’applicazione in bagno quando dovevo riflettere sulla vita. Ero di ampie vedute, quindi mettevo mi piace a ragazzi di carnagione chiara, scura e indefinita. Però avevo un certo debole per i cioccolatini, belli muscolosi, alti e con un bel viso. Mi divertivo, appena c’era un match (cioè quando entrambi mettiamo il cuore), iniziavo la conversazione con la persona in questione. Dovete sapere che su Tinder ci sono milioni di persone e scorrendo le foto dei ragazzi si possono trovare foto di petti nudi, foto solo dei boxer, ragazzi in compagnia di molte donne per far vedere che sono ricercati, foto imbarazzanti di ragazzi al mare con la tracolla, di ragazzi ustionati dal sole ma che si sentono fighi pur avendo il segno visibile della canottiera, insomma, si trova di tutto e di più.

Devo dire che solo il 50% delle foto si può ritenere accettabile.

Azione-Calcio

Fermi tutti! C’è un figo! Sfoglio le sue foto, leggo il profilo. Non dice molto. Metto subito il “Mi piace”.

Che bello! ha ricambiato.

Qualcuno suona alla porta, corro!

E’ la nuova coinquilina! Finalmente! Si chiama Lambry, italiana come me, simpatica, vuole sapere tutto di Budapest. Sembra proprio un’ottima ragazza con cui divertirsi.

Iniziamo a parlare un pò e ovviamente le racconto tutto di Kevin, delle mie disavventure con lui, e di Tinder. Le consiglio di scaricare l’app così si fa due risate.

Mentre lei sistema le velige, io scrivo a questo bellissimo ragazzo.

Oddio, mi ha risposto.

Così, senza mezzi termini, ci scambiamo i numeri di telefono e decidiamo di vederci la sera stessa in un locale in centro.

Io organizzo la serata con i miei amici e viene anche Lambry. Iniziamo subito a divertirci come matte io e lei. A una certa ora arriva anche questo ragazzo. Lo riconosco subito. E’ bello come il sole, alto, bel sorriso, vestito bene. Ci riconosciamo subito nella discoteca.

Io non avevo grandi vergogne di incontrare qualcuno in questa maniera, perchè prendevo tutto alla leggera, non c’era niente di male, invece le persone che erano con me non l’avrebbero mai fatto per paura di essere giudicate.

Io non ricordavo nemmeno il nome, mi ero soffermata alla sua bellezza.

Lui è francese, parla benissimo inglese e mi racconta che fa il calciatore nella prima serie in Francia.

calcio-a-5

CALCIATORE? Cioè, mi sto vedendo con un calciatore? ODDIO MIO! Tinder mi piace un sacco!

Lui è venuto con l’amico, calciatore pure lui, mi sembrava di conoscerlo però non ci ho fatto tanto caso.

Insomma, parliamo, ridiamo, beviamo e poi il tutto finisce con una domanda:

“Dopo tutte queste parole, vieni a rilassarti nella mia camera d’hotel?”.

Emmhhh, mmmmhhh, ehmmmm.

Eh?

Non ero preparata per questo. Insomma, non ero pronta per quel passaggio, cioè non mi aspettavo che volesse il mio “biscotto”.

calcio

“Perchè sei su Tinder?” mi chiede.

“Ehm, per conoscere ragazzi” rispondo.

“Solo?” mi chiede.

“Sinceramente non ho pensato al sesso, volevo solo fare qualcosa di diverso, conoscere persone in modo diverso” risposi.

“Se non ti vuoi rilassare con me, meglio che vada via perchè perdo il mio tempo così, e ne ho poco da dedicare alle persone” mi risponde.

“Ehmmm, eh?, Ok. Ciao” Risposi.

E se ne andò.

Era simpatico, interessante, divertente, mi ha spiazzata. Cioè questo voleva solo scopare. Quindi, Tinder è solo per scopare? Ero un attimo perplessa.

Lambry si fermò a parlare con l’altro amico che le ha raccontato tutti i suoi successi calcistici e i trofei vinti. Poi, le ha mostrato le foto che ha fatto con il Papa con Micheal Jackson, insomma era un nostalgico dei bei tempi passati, faceva commenti strani sulla lunghezza del suo membro e lo paragonava a un serpente notturno e che lei lo doveva provare per poter aumentare la sua lista di conquiste nel mondo.

Lambry piangeva, ma dal ridere.

Dopo che ho scoperto il suo nome, sapevo di conoscerlo perchè mi ricordavo la sua faccia. Oddio è famosissimo.

17725529a41d573708ut1

Appena andati via, io e Lambry li cercammo su google.

E trovammo tutto su wikipedia.

Quindi, cavolo, sono due pezzi grossi del calcio eppure sono due coglioni impressionanti.

OMG!

Ho sempre sognato di uscire con un calciatore, ma dopo aver conosciuto questi due il mio sogno si è infranto in mille pezzi.

La serata non finisce qui.

Io e Lambry torniamo a casa.

Circa 30 minuti dopo mi chiama il calciatore di Tinder.

“Che vuole questo?” penso.

Rispondo e mi chiede se ci possiamo vedere perchè si è accorto di essersi comportato da coglione.

Da buona samaritana gli rispondo che ero a casa e che se voleva poteva venire sotto casa a parlare.

in meno di 5 minuti era li, con la macchina.

Un SUV normalissimo, non costoso, nei sedili dietro c’era l’altro amico calciatore, addormentato e ubriaco.

Inizia a parlarmi e mi chiede di salire in macchina e di andare nel suo hotel. Continuavo a dire no, no no e no. Mi fa vedere su youtube i suoi successi, quando ha giocato in Champions League, quando ha partecipato alle competizioni mondiali e che questa macchina era in affitto perchè la sua Ferrari è in Francia, ero bombardata di foto e video e a me non me fregava niente. Nulla. Stavo morendo di freddo.

Taglio corto e risalgo a casa a dormire.

Lui se ne torna in hotel.

Spulcio su google e scopro tutto sulla sua vita, dai grandi successi alle grandi delusioni. Scopro le ex ragazze, tutte belle, modelle, perfette e le sue notti folli in giro. Il matrimonio, il divorzio i tradimenti. Insomma, tutto.

“Poverino”, penso, come si è ridotto male! Invece di fare una conversazione normale, da persone mature, mi ha parlato di cos’ha, di cos’era e di soldi e di niente.

Io cosa volevo davvero da Tinder?

Io volevo divertirmi, ma non cercando sesso occasionale, ma facendo qualcosa di diverso. Ingenuamente non ho pensato a cosa vuole un ragazzo. Volevo solo ridere, scherzare e ovviamente magari trovare una persona interessante, ma non che mi prendesse come la escort di turno, per altro gratis.

Poi, voglio dire, sei calciatore, sei famosissimo, non ti conoscevo prima, ma ora che so chi sei puoi avere chiunque per fare sesso, proprio su tinder ti devi iscrivere?

Se Tinder è solo questo non fa per me.

Però non demordo, continuo ad usarlo, non ci saranno solo coglioni. No?

Ti Piace questo Articolo?