Non ci estingueremo a causa del Pianeta 9. Ammesso che esista

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Per i complottisti Pianeta 9 è la conferma di Nibiru, e i tabloid ne approfittano…



1453373240_pianeta1-600x335

Quando lo scorso gennaio i giornali gridarono alla scoperta del Pianeta 9, un nuovo corpo celeste nascosto nella fascia Kuiper, molti appassionati di complotti hanno cantato vittoria: finalmente le teorie su Nibiru, il pianeta killer, trovavano conferma. Il mito del pianeta portatore di cataclismi è nato negli anni ’90 grazie a uno scrittore di libri di fantarcheologia, Zecharia Sitchin, e al fondamentale supporto di Nancy Lieder, in contatto diretto con i grigi di Zeta Reticoli, ma nonostante queste ridicole basi la bufala ha retto piuttosto bene ai segni del tempo, sopravvivendo persino oltre il fatidico 2012. Molti (reali) eventi astronomici, attraverso la lente complottista, possono infatti essere messi in relazione, temporenamente o permanentemente, all’esistenza del fantomatico pianeta. Uno degli ultimi casi è stato il passaggio della cometa Ison: quella che secondo i rettiliani alla Nasa era una cometa, poteva in realtà essere Nibiru? In ogni caso la nostra estinzione, ancora una volta, si stava avvicinando dallo Spazio. Con queste premesse è facile immaginare come i titoli di gennaio abbiano potuto eccitare certi ambienti. In qualche modo la notizia dell’esistenza di un grande pianeta sconosciuto aveva oltrepassato la censura vendicando anni e anni di accanite discussioni sui forum! La realtà è che, al momento, il Pianeta 9 è un’ipotesi non confermata: gli astronomi Konstantin Batygin e Mike Brown (Caltech, Pasasdena) hanno proposto che le caratteristiche orbite di alcuni oggetti nella fascia di Kuiper possano essere spiegate, in base alle simulazioni matematiche, dall’attrazione gravitazionale di un grande pianeta. L’ipotesi è affascinante per gli studiosi, ma in mancanza di osservazioni dirette e altri indizi della presenza di Pianeta 9, prevalgono la cautela e lo scetticismo. Questo per quanto riguarda la scienza, ma i media purtroppo seguono altre logiche, e infatti il 6 aprile scorso su The Sun, famigerato tabloid britannico, è uscito un articolo poco rassicurante.

1460536255_Sun-Planet-9-600x335

Ancora una volta Phil Plait, astronomo e divulgatore da sempre impegnato nella demolizione delle bufale che circolano sullo spazio, si è rimboccato le maniche e su Slate ha spiegato al pubblico come il ‘giornale’ abbia costruito ad arte la bufala. L’articolo del tabloid afferma che secondo il Professor Daniel P. Withmire il Pianeta 9 ha causato le cicliche estinzioni di massa che si verificherebbero sulla Terra circa ogni 26 milioni di anni, e per buona misura l’articolo specifica che ‘secondo alcuni’ la prossima apocalisse potrebbe accadere anche questo mese. In realtà, spiega Plait, è vero che esiste un articolo accademico scritto dal fisico Daniel P. Withmire, ma in quelle pagine lo studioso non fa altro che riflettere su un’ipotesi avanzata decenni prima: dal momento che sembrano esistere cicli di estinzioni, la periodicità potrebbe essere legata a eventi astronomici. Una possibilità è che queste estinzioni siano causate da piogge di comete, legate alla precessione del perielio di un pianeta trans-nettuniano ancora sconosciuto: quando questo pianeta X si trova nel giusto punto del sistema solare, la sua attrazione gravitazionale potrebbe deviare alcune comete verso la Terra. Si tratta, ancora una volta, di ipotesi: Withmire non dice che il pianeta esiste sicuramente e, come fa notare Plait, anche la stessa periodicità delle estinzioni di massa (o di alcune di esse), da tempo dibattuta tra i paleontologi, è tutt’altro che confermata. Inoltre Withmire non sta affatto parlando del Pianeta 9: il suo paper è stato pubblicato per la prima volta on line nell’ottobre del 2015, più di due mesi prima della pubblicazione dei calcoli sul Pianeta 9. Ma non è finita qui: le menzogne di The Sun sono state rapidamente sfruttate da un altro tabloid, The New York Post, che ha provveduto a condensarle in un breve video, anche se in questo caso almeno si intravede una punta di ironia. In caso di altri dubbi sugli effetti apocalittici del Pianeta 9, basta guardare divertenti tweet del dottor Mike Brown, uno dei due ricercatori che lo hanno proposto.

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner