Perché si mangia quando si è annoiati?

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Tutte le persone hanno la tendenza a mangiare qualcosa quando si annoiano, il che spesso comporta potenziali problemi di salute visto che in queste situazioni si ricorre spesso al junk food. Ma perché si mangia? La motivazione è che mangiare è un’attività piacevole, oppure è un modo come un altro per spezzare la monotonia, che la gente non sopporta? Verrebbe da dare la prima risposta, ma uno studio in passato aveva mostrato come le persone preferiscano l’elettroshock che non avere nulla da fare per 15 minuti, e quindi non bisogna dare la cosa per scontato.



dipendenza-dal-cibo-576x405

Un gruppo di ricercatori ha condotto una serie di esperimenti per verificare se la noia incentivi a mangiare, e se spinga a cercare “ricompense” e diversivi. L’esperimento condotto prevedeva la divisione in due gruppi dei soggetti da testare, una parte di essi hanno guardato un documentario mediamente interessante, la parte restante un breve e mortalmente noioso video sul tennis di 85 secondi ripetuto per un’ora. Tutti i soggetti prima di accedere alla visione di una delle due proiezioni erano stati dotati di un sacchetto di caramelle e di un piccolo strumento che poteva rilasciare una innocua scossa elettrica.

mammt_banner_summer

Lo studio ha concluso che effettivamente la noia spinge alla ricerca di stimoli (i soggetti che guardavano la clip ripetuta mangiavano e si davano più scosse di quelli che guardavano il documentario), ma il tipo di stimolo non è rilevante: infatti la quantità di caramelle mangiate era analoga alle scosse auto-inflitte. I ricercatori hanno concluso quindi che quando si mangia per noia, questo non avviene per cercare di soddisfare un bisogno di benessere ma semplicemente il bisogno di fare qualcosa per sfuggire alla monotonia: un fatto che sicuramente potrà essere utile nello sviluppo di terapie per un’alimentazione più sana.

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner