Sesso: chi dei due comanda più a letto?

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Perché hai fatto sesso l’ultima volta? Lussuria strappamutande? Amore? Voglia di un figlio? Sia come sia, il sesso implica un’alternanza di potere tra te e lui.

Fonte


23357d637f20de539cc32cd96b6a8cb06954bf12_m

E capire queste dinamiche è il segreto che ti assicura la vita sessuale che vuoi (e che ti meriti!). Ecco perché Cosmo ha realizzato un’inchiesta su come sciogliere i rapporti di comando nel sesso, intervistando 3.000 uomini e donne. Abbiamo chiesto loro di essere brutalmente sinceri su come il potere (e chi dei due lo detiene) influenza quello che succede in camera da letto.


È un fatto: sono sempre più numerose le donne che si comprano un vibratore. Vuol dire che ci godiamo l’orgasmo tanto quanto il ragazzo che abbiamo accanto. E allora perché stiamo lì ad aspettare che il sesso arrivi anziché prendercelo? «Dobbiamo ancora liberarci di etichette come “puttana” e “troia”», dice la psicoterapeuta esperta di sesso per Cosmo, Rachel Morris. «Se abbiamo l’idea che per fare l’amore dobbiamo convincere un uomo a venire a letto con noi, la cosa ci fa sentire meno attraenti». Nel nostro sondaggio, un quarto delle donne dice di fare la famosa “prima mossa” solo una volta al mese. Mentre tre quarti degli uomini desidererebbero che la loro partner li trascinasse tra le lenzuola più spesso. Quindi: facciamolo!

Cinquanta sfumature di grigio ha stimolato un grande dibattito su chi comanda in camera da letto. D’un tratto le donne hanno capito che, se di tanto in tanto preferiscono cedere il loro potere tra le lenzuola, non c’è niente di male ad ammetterlo. C’è qualcosa di debole o sbagliato a pensarla così? «Per niente!», riprende l’esperta. «La maggioranza delle ricerche (e delle donne con cui ho parlato) conferma che molte tendono a essere sottomesse in camera da letto semplicemente perché… è più sexy! Per un uomo, prendersi cura dei sentimenti e dei bisogni della donna è una sensazione molto sensuale. E quando gli dici: “Fa’ quel che vuoi del mio corpo”, gli stai dando il permesso, il che significa chealla fin fine sei sempre tu ad avere il controllo della situazione». Anche se il 60% degli uomini vorrebbe che la propria partner comandasse di più a letto, solo il 6% delle donne di norma ammette di dominare il proprio partner. Quindi? Be’, se a entrambi piacciono queste dinamiche di potere, non serve una grande immaginazione a capire come far funzionare la cosa. «Se ti eccita fare la parte della sottomessa, magari a volte potrebbe piacerti essere dominante», dice l’esperta. «Il sesso non è “me, me, me”. Se ti piace davvero qualcuno, vederlo eccitarsi dovrebbe eccitare anche te».

Credi di avergli fatto capire che deve svuotare la lavastoviglie? Sbagliato! «Negargli l’intimità senza spiegargliene il motivo non ti porterà da nessuna parte», assicura l’esperta. «Perché invece non provi a dirgli: “Quando fai così ferisci i miei sentimenti, e quando mi sento ferita non voglio avvicinarmi né fare sesso con te”»? Insomma, non mettere al bando il sesso, sedetevi e parlatene. Così lui saprà quello che tu vuoi e tu… avrai la tua dose di piacere! Vincerete entrambi. E se invece è lui il manipolatore emotivo? Alcune ricerche dimostrano che quando le donne hanno meno potere emotivo in una relazione, tendono a fare più concessioni a letto. Come per esempio lasciare che il partner faccia a meno del condom. Più di un quarto delle donne ha ammesso di essersi arresa quando il proprio uomo ha insistito per farlo senza. Ma questo è proprio il caso in cui rinunciare al comando è assolutamente fuori discussione. «Cedere parte del proprio potere in camera da letto è una cosa, ma se si tratta della tua salute, vuoi davvero che sia lui ad averne il controllo?», chiede l’esperta Zoe Strimpel, autrice di “What the Hell Is He Thinking” (amazon. it, € 10). «Il sesso sicuro è una cosa seria. E lui deve saperlo che la cosa ti può smontare di colpo. Morale della favola: se lui è pronto a rischiare la tua salute, o se ti rendi conto che ti sta spingendo a fare qualcosa che davvero non vuoi, fermati un attimo e mettiti in ascolto. Li senti i campanelli d’allarme che fanno driiin?».

Dunque, qual è la posizione sessuale che vi soddisfa di più? «Preferisco che sia l’uomo a condurre i giochi in camera da letto, ma fatico a trovarne uno che abbia voglia di farlo», racconta Anna, 30 anni. «Quando stavo con il mio ex, ho provato a incoraggiarlo a farlo nella posizione del missionario o a prendermi da dietro, dato che con entrambe arrivo all’orgasmo, ma dopo più o meno un minuto mi girava e mi faceva stare sopra. È una posizione che per me non funziona, non sento praticamente niente, ma a lui non interessava. A dirla tutta, credo che fosse uno un po’ pigro». Che fare se ti ritrovi sempre troppo spesso nella sua posizione preferita, che per inciso non è la tua favorita? La psicoterapeuta Rachel Morris consiglia: «Se anche tu pensi che il tuo partner sia pigro, piuttosto che lamentarti con lui, chiedigli: “Cos’è che ti piace tanto di questa posizione?”. Insomma, crea un dialogo che si basa sulla curiosità, non sulla negatività». Perché non importa chi ha il controllo: parlare è l’unico modo per ottenere il sesso che vuoi.

Ti Piace questo Articolo?