5 cose che non devi fare con le tette di una donna

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Ci sono delle regole che un uomo deve rispettare quando c’entra il seno

sexy-girl-wallpaper-001


Il seno, che bella invenzione. Di Madre Natura, di Dio o di un chirurgo plastico, poco importa: le tette sono una delle cose più belle, non solo nel corpo di una donna, ma anche al mondo. Grandi, enormi, piccole, sode, oggetto di fantasie e pratiche erotiche da sempre, con letture psicologiche più o meno freudiane, gli uomini amano le tette – e perfino Emily Ratajkowski lo ha capito e ‘si muove’ di conseguenza. A proposito di muoversi, in molti casi sono le mani e la lingua degli uomini a muoversi sui seni della loro partner. Che sia la fidanzata, la moglie, l’amante o anche una partner occasionale, poco importa: ci sono alcune cose che un uomo non dovrebbe mai fare con le tette di una donna, se gli interessa arrivare a sud dell’ombelico.


1- Niente clacson, né batteria.
Non sono volanti, giocattoli, pulsanti sonori né tom. Quindi, non schiacciate le tette come se foste fermi a un semaforo, non emettete suoni ‘da clacson’ o da bambino (‘poti poti’, per intenderci) e non percuotetele come se foste esperti batteristi, nemmeno se lo siete davvero.

Per quello c’è il fondoschiena.

2- Niente mammografie.
A meno che non stiate indossando un camice bianco, siate laureati in Medicina e non stiate effettivamente lavorando come medici, non dovete palparle come se steste cercando qualcosa di brutto. Anche perché, se la sfortuna vi facesse rilevare un nodulino, come potreste darle una notizia del genere?

3- Occhio ai capezzoli.
Non pizzicateli come una nonna pizzicherebbe la guancia a un bambino: se è fastidioso essere pizzicottate in viso da piccole, figuriamoci sui capezzoli – e poi, pensare a una nonna non è sexy. Non leccateli come lecchereste un sacchetto di patatine: va bene leccarli, ma non come se steste morendo di fame, non sono commestibili. A proposito di leccare, i capezzoli sono solo un dettaglio dell’intero seno: leccate e baciate anche tutto il circondario, non solo i capezzoli. O forse più a sud vi concentrate solo sul clitoride e ignorate il resto?

4- Toccare con delicatezza.
Accantonato il rischio mammografia & senologo, siate delicati: non strofinate l’asciugamano come se doveste rimuovere chissà quale macchia, non giocateci come se fossero sacchetti di patatine o gelatine da far vibrare per divertimento. Non cercate di svitarle, perché non si staccano dal corpo e non vi ci attaccate come se vi stete arrampicando free climbing.

5 – Non battezzatele
Non chiamatele “le gemelle” e, soprattutto, non date loro dei nomi di persona. A meno che – unica eccezione – la ‘proprietaria’ non vi abbia umiliato dando un nome ridicolo al vostro pene.

Ti Piace questo Articolo?