Resident Evil 7, la recensione.

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Resident Evil torna a terrorizzare i videogiocatori, confermandosi un videogame horror davvero ben fatto.

Il titolo ha addirittura superato le aspettative e riesce ad imporsi con una identità ben marcata. Lo diciamo subito, questo nuovo corso di Resident Evil non è per tutti. Se non apprezzate la violenza estrema e senza filtri, se non sopportate la tensione costante, che vi si insinua nel cervello, allora lasciate perdere. Questo gioco non fa per voi. Resident Evil7 è la summa di tutti i titoli horror apparsi sul mercato nell’ultimo periodo, ma riesce a spingersi in territori ancora inesplorati, riuscendo però a non tradire le proprie origini.



maxresdefault

Resident Evil 7 è pronto a diventare un nuovo classico, a rigettare gli stilemi sghembi degli ultimi due capitoli e a puntare tutto su una prepotente ripartenza. Capcom ha ripensato la serie nel modo giusto, evitando oltretutto di emulare altri esponenti del genere, con cui condivide di fatto solo la visuale. Prima ancora di essere un vero survival horror, lo ribadiamo, questo settimo capitolo è tutto ciò che ogni estimatore della serie ha sempre apprezzato. Non possiamo dirvi di più per ovvi motivi, ma dateci e dategli fiducia. Lasciate da parte il passato e abbracciate il futuro di questa serie. Non vogliamo sbilanciarci troppo, anzi sì. Siamo sicuri che tra qualche anno Resident Evil 7 verrà ricordato come una pietra miliare di questo franchise.

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner