Horizon: Zero Dawn

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Guerrilla Games confeziona uno dei migliori Open-World di questa generazione.

La civiltà umana è stata dimenticata, sepolta da una nuova natura selvaggia e vorace, dominata da creature meccaniche dall’origine ignota. Ciò che resta della nostra specie si è riorganizzata in tribù e vive sotto la minaccia di un mondo che ha alterato pericolosamente i propri equilibri. Aloy, la ragazza protagonista del gioco è una Nora, un membro di una tribù matriarcale le cui regole sono imposte direttamente dalla dea, La Madre, che protegge la tribù dalle impurità dell’esterno e la pone in uno stato di costante rispetto verso la natura tutta, macchine comprese. I Nora, tuttavia, hanno una legge tribale molto dura, che divide sostanzialmente in due distinte classi i suoi abitanti, gli audaci e i reietti, coloro i quali hanno violato la legge tribale e che per questo vivono in una condizione di isolamento  nell’oblio del silenzio. Non si parla con un reietto, non si aiuta un reietto, e soprattutto non lo si accoglie nel villaggio. Partorita da madre ignota (e dunque impura), Aloy nasce reietta, e ad un reietto viene affidata per la sua crescita, Rost, un uomo duro ma gentile, capace di insegnarle il rispetto per la natura e le basi del combattimento e della caccia. Questo è tutto quello che vi diremo riguardo la storia di Horizon Zero Dawn, il titolo di Guerrilla Games, un action-rpg, con una struttura open-world: che aspira alle vette più alte della sua categoria. Horizon: Zero Dawn è immenso, profondo e curato in ogni suo dettaglio. Gli ingredienti sono quelli classici dei giochi open world, ma la ricetta di Guerrilla Games funziona e Horizon Zero Dawn è in grado di divertire per una trentina di ore di “sparaspara” robotico paleopunk. Horizon scorre via che è un piacere. La linea narrativa tracciata dalle missioni principali è bilanciata in modo eccellente e introduce in gradualmente i numerosi elementi (e le splendide creature) che costituiscono la struttura base del gioco. Horizon è un mix che funziona alla grande. I tempi di gioco, il sistema di combattimento e il bilanciamento delle missioni sono tarati alla perfezione. L’unico neo è rappresentato dai dialoghi, spesso troppo lunghi, verbosi e inconcludenti. La PlayStation 4 può dunque contare su un’altra esclusiva di peso.



Voto: 8,5/10

Leggi anche: La figlia va a dormire dall’amica, ma la madre 

 

.

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner