Le Coppie Felici non usano i social

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Ci facciamo un’idea delle persone in base alle foto pubblicate sui social o a ciò che scrivono, ma spesso la realtà è totalmente diversa.

29331-il-relfie-selfie-di-coppia-1000x0-2

Internet porta a una sorta di sfida con gli altri utenti. Si è sfidati a esibirsi, a far parlare di sé, a ritornare a quel periodo infantile, nel quale si giocava ad avere più gratificazioni, ad essere più importante dell’altro bambino con cui dividere la scena. Chi gode della sua vita e dell’amore del suo rapporto di coppia è troppo impegnato nel reale e non ha alcun motivo di spostare la sua attenzione sulle bacheche virtuali. Con la diffusione dei Social Network, si assiste ad una maggiore manifestazione di comportamenti tipici egocentrici, che possono sfociare nell’oversharing, cioè la condivisione su Internet di ogni minimo dettaglio della propria vita privata. Spesso quando si ha l’esigenza di postare continuamente pezzi della propria vita o della propria relazione sui social lo si fa per sentirsi appagati dall’apprezzamento degli altri. Spesso questo attegiamento denota la voglia di convincere prima di tutto se stessi di essere felici. Chi realmente vive una storia d’amore non ha necessità di ricordarselo attraverso la pubblicazione di foto, e sopratutto non se ne fa nulla dell’approvazione degli amici con un like. Di solito non si è consapevoli di  voler essere al centro dell’attenzione e essere molto centrati su se  stessi. Ciò che viene percepito invece è il bisogno di ottenere attenzioni, “e siccome l’egocentrismo è un bisogno urgente  di attenzione, le persone egocentriche tendono a ignorarlo, ma mirano  soltanto a gratificarlo”. Se si è innamorati si ha voglia di condividere gli attimi con la persona amata, non con il resto del mondo: se si manifesta quest’ultimo bisogno, forse il partner è soltanto un mezzo per apparire a ciò che si aspira. Il fenomeno dell’oversharing nasce dal fatto che “siamo in una società dell’apparire, e Internet, come si può notare facilmente, favorisce tale mostrarsi. Siamo anche in una società di solitudine, nonostante i mezzi di comunicazione a disposizione. È presto spiegato il bisogno di condividere  ed informare gli amici virtuali di quanto la propria relazione vada a gonfie vele non ha alcun senso. Chi non smette di preoccuparsi di quello che pensano gli altri, ha un’insicurezza di fondo che cerca di mettere a tacere con la gratificazione ricavata dalle interazioni sui social. Sui Social Network si verifica inoltre un fenomeno di imitazione:  più gli altri mostrano foto e aspetti di sé, più siamo trascinati a  mostrare e a condividere tutto, come se fossimo all’interno di un teatro  che assomiglia a un “grande confessionale”. Se siete ancora in tempo per non fare lo stesso errore, smettete di pubblicare foto del vostro amore su Facebook e sforzatevi di vivere la vita reale.

Ti Piace questo Articolo?