Sushi: I 10 migliori “All you can eat” a Roma

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Roma, ormai luogo di culto della gastronomia nipponica, è stata colonizzata a pieno titolo dalla cucina orientale.

maki-sushi-roll1



La formula “All you can eat” applicata nei locali nipponici ha rivoluzionato il concept del pranzo e della cena. Si sa, per mangiare del pesce di primissima qualità e gustare il vero sushi, bisognerebbe andare nei ristoranti giapponesi stellati, però considerando il caro prezzo del conto finale abbiamo deciso di stilare una classifica dei migliori sushi “All you can eat” di Roma la cui cifra sia aggira intorno ai 19,90 euro.

10.   Genkai 2 (Via M. Bragadin, 80)

Ristorante molto sfizioso, dall’atmosfera informale,  propone un menù con una scelta ampia. Il pesce è di ottima qualità e non rimanere soddisfatti è impossibile. Il locale è molto attento alla presentazione dei piatti, oltre che alla bontà degli assortimenti di riso, alga Nori e pesce. Il servizio è molto efficiente, perfetta la cottura, ottime le zuppe, buone il fritto, fresco il sashimi.

9.   Yoki (Via di Priscilla, 105-107)

Locale spazioso ed accogliente offre tre varianti differenti di “All you can eat”: con una cifra modica è possibile gustare i piatti sul nastro girevole.  Con 20 e 25 euro il pasto, invece, viene consumato al tavolo, rispettivamente con la possibilità di ordinare una sola portata di sashimi, oppure  quantità illimitate di crudi. Il pesce ha una consistenza eccellente, dovuta sia all’ottima qualità che al perfetto taglio. Sul menù sono presenti delle variazioni rispetto alle pietanze tipicamente offerte dalla cucina giapponese, quali il Salmon Flower e il SakeDon. Il pesce è fresco e i piatti non solo sono buoni, ma vengono anche serviti in modo tale da conquistare oltre che allo stomaco, anche l’occhio.

8. Yuki (Viale Guglielmo Marconi, 286).

Il menù è ricco e, le pietanze sono molto gustose, soprattutto la tempura, che viene cucinata con una cottura magistrale: croccante all’esterno, non è mai pesante. Il pesce è sempre fresco. Da non perdere l’urumaki Yuki special.

7.  Chopsticks (Viale Regina Margherita, 17)

Chi ha detto che in un ristorante giapponese è buono solamente il pesce non ha evidentemente ancora provato Chopsticks. La cucina proposta, frutto di una contaminazione fra ricette nipponiche e brasiliane,  fa riscoprire degli accostamenti inediti. Durante la consumazione del pasto, gli assistenti di sala, portano a ciascun tavolo assaggi di churrasco brasiliano. L’ottimo gusto della carne ben si sposa con i sapori di mare ed il riso. Le portate sono sempre molto abbondanti. Assolutamente da annoverare tra i piatti l’ottimo sashimi.

6.  Ginza Gold (Via Barberini 53,57)

L’atmosfera magica, l’eleganza dell’arredamento, la cucina con piastra a vista, rendono la consumazione del pasto in loco più piacevole che mai. Questo ristorante giapponese ha generalmente un menù alla carta, ma esclusivamente nella fascia oraria del pranzo, propone la formula “no limits” con una scelta ampia, in parte diversa da quella serale.  Dalla freschezza del pesce, dalla qualità degli ingredienti, dalla cura dei dettagli, si capisce che non si tratta di un locale dei tanti, bensì di un luogo in grado di trasformarsi nel tempio dell’alta cucina orientale.

5.    Itoya (Viale Regina Margherita, 164)

La scelta è ampia, ma fra tutte le proposte, quella del sashimi è la più interessante. Dal sashimi di gambero rosso, di ventresca di tonno, a quello di capasanta. Le porzioni sono abbondanti e gustose. I Futomaki, in particolar modo, sono tra i più buoni su piazza. In questo ristorante il salmone sia nella versione sashimi che nei roll  è certamente il migliore prodotto proposto. Infatti sia quest’ultimo che il tonno, al palato, conservano le medesime caratteristiche organolettiche di un pesce appena pescato.

4.  Zenzero (Via Flaminia, 573/L)

A due passi da Ponte Milvio, dotato di una splendida terrazza, gettonatissima soprattutto nel periodo estivo, questo ristorante si contraddistingue per l’ottima qualità del pesce, la grande cura nella preparazione, ed un servizio rapido ed attento al cliente. Le dosi di riso, alga e pesce, in ciascun piatto, ben si sposano tra loro: nessun sapore prevale sull’altro, in un equilibrio perfetto tra freschezza e gusto. Assaporando il pesce crudo si può sentire il sapore del mare ed il colore brillante non lascia spazio ad alcun dubbio sulla sua qualità. Il riso è cotto perfettamente, in modo tale da non rimanere né troppo colloso né poco amalgamato con gli altri ingredienti. L’Ebi Tempura Maki di Zenzero vi manderà in visibilio!

3.     Konnichi Wa Restaurant (Via Otranto, 9/11)

Sito nella splendida cornice del quartiere Prati, propone un mix tra sushi tradizionale e new style. Urai Rainbow con ripieno di Avocado, Konimi, Granchio Reale e Oshinko, Tiger roll con ripieno di tempura di gambero, cetriolo e topping di salmone, salsa spicy e maionese, sono solo alcune delle curiose varianti di questi sushi rolls con riso all’esterno. Buonissimo il nigiri Salmon Skin. In questo ristorante viene voglia di provare tutto il menù, ma nonostante con l’opzione “All you can eat” questo sia possibile, assaggiare così tante portate diventa arduo.

2.    Harusaki  (Via Cremona, 42/46)

Ristorante piccolo e silenzioso, i tagli del pesce selezionato sono tra i migliori, e sempre freschi, come dimostrato dal loro colore vivo.  Ciascuna pietanza viene preparata con cura e precisione, ed il servizio è rapido ed efficiente. Sia il sashimi che i roll sono gustosi: ogni ingrediente è riconoscibile nel perfetto mix di sapori che solo una pietanza composta da ingredienti freschi e ben dosati può assicurare. Il salmone ha la stessa consistenza del burro, con note di una delicata dolcezza, e la tempura è croccante ed asciutta. Difficile eleggere il piatto più buono, poiché tutti quelli del menù sono apprezzabili e ben preparati.

1.    Sushi Jo  (Via Nemorense, 39)

Tutti i piatti del menù sono eccellenti, e la variante della panatura alle mandorle della tempura di gamberi crea dipendenza. Tralasciando la bontà delle pietanze tradizionali, non si può non spendere qualche parola per il menù speciale. All’interno di esso i temaki e gli uramaki come non li avete mai provati. Difficile trovare altri locali con tali varianti. L’accostamento tra i diversi ingredienti è degno di un ristorante con menù alla carta. Uramaki con mandorle, nachos messicani; temaki con gamberoni impanati o salmone, accompagnato da erba cipollina, maionese, salsa agrodolce. A contraddistinguersi per la freschezza non è solo il pesce ma anche l’alga Nori. Dopo aver provato sushi Jo, un locale assolutamente sui generis, l’assuefazione alla cucina giapponese è assicurata!

 

Ti Piace questo Articolo?