Giochi: con VR Kanajo la realtà virtuale può diventare erotica

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Che le aziende che sviluppano contenuti per l’industria della realtà virtuale puntino a contenuti per adulti è evidente, che unire erotismo e videogiochi possa essere la “killer application” del futuro è possibile come dimostra il successo di VR Kanajo.

vr kanojo Sakura



VR Kanajo, erotismo virtuale giapponese

L’articolo relativo al videogioco per realtà virtuale VR Kanajo che ci ha ispirato è stato pubblicato in origine su Mondivirtuali.it, ma prima di tutto sapete che cos’è la realtà virtuale?

In pratica è una tecnologia che consente, tramite l’uso di visori e controller manuali, di visualizzare contenuti video che si sovrappongono alla realtà “fisica” creando una illusione più o meno perfetta di “immersività”: vi sembrerà cioè di essere all’interno della scena che state vedendo e con la quale potrete interagire.

Illusion ha creato la fidanzata virtuale

Ma torniamo a VR Kanajo (letteralmente Fidanzata VR): è un videogioco per realtà virtuale sviluppato dalla Illusion, casa giapponese già nota per aver lanciato, oltre 10 anni or sono, un altro e decisamente più discusso videogioco erotico, 3D RapeLay, in cui letteralmente un personaggio maschile manovrato dal giocatore può violentare una donna e le sue due figlie.

Non proprio un bel biglietto da visita, ma tant’è: con VR Kanojo, distribuito in Giappone dal 28 febbraio scorso, il giocatore (il gioco potrà essere giocato sui pc coi visori Oculus Rift e Htc Vive VR oltre che sulla PlayStation4 col visore Playstation VR) può dare delle ripetizioni a una ragazza, Sakura Yuhi, potendola senza grandi difficoltà “palpeggiare” come meglio crede, visto che Sakura si dimostrerà molto disponibile e maliziosa, nonostante la sua aria innocente.

Un primo video per conoscere Sakura

Se volete farvi un’idea più precisa, potete vedere questo filmato demo per rendervi conto voi stessi della qualità dell’animazione e dell’atmosfera di VR Kanajo. Notate che il filmato non contiene scene troppo “spinte”, quindi tecnicamente non è “NSFW”, ma forse è meglio se non lo guardate in ufficio.

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner