La pizza napoletana? La novità è farla con l’acqua di mare.

Share:
Metti mi piace alla nostra pagina!

Dopo numerosi esperimenti e tentativi, la pizza napoletana potrà essere prodotta con l’acqua di mare, che sostituirà il sale. L’idea è del pizzaiolo Guglielmo Vuolo, un vero maestro della pizza, che dopo diverse sperimentazioni ha deciso di realizzarla seguendo la nuova ricetta. Così, per la sua pizzeria di  “Eccellenze Campane“, ha inventato la «Portulaca» che, tra i vari ingredienti, rigorosamente campani, vanta l’acqua di mare.cavalli-pizzeria-napoletana



L’impasto della nuova pizza è molto più lungo ed elaborato rispetto al normale procedimento di quella classica. Infatti richiede oltre 20 ore di lievitazione a temperatura ambiente. Inoltre la sua particolarità sta nel fatto che non si tratta dell’ acqua delle coste, ma di un’acqua salata appositamente prodotta in laboratorio e destinata all’uso alimentare. Il risultato è sorprendente: una pizza ancora più soffice e soprattutto digeribile.

L’idea di utilizzare l’acqua di mare nasce dall’esigenza di sostituire il sale da cucina, ritenuto dannoso per la salute a causa dell’alto tasso di cloruro di sodio. L’acqua di mare invece porta diversi benefici, perché è ricca di sostanze minerali, abbassa la pressione sanguigna, ha proprietà antibatteriche e disinfettanti ed è ideale per chi soffre di problemi alla tiroide.

Dunque una nuova sfida per gli amanti della pizza a cui non resta che assaggiarla.

 

Ti Piace questo Articolo?

mammt_banner